Menu

Ultime Novità

Dopo tanti anni di insegnamento, tra i suoi allievi è comparso anche il figlio, trovandosi ad essere allo stesso tempo genitore e maestro. Quale occasione migliore per chiedergli un parere e una strategia vincente per essere genitore nel modo corretto, fuori e dentro al campo da tennis? Da quanti anni sei maestro e di quale fascia di età ti occupi principalmente? Sappiamo che hai un figlio promettente, come si è avvicinato al tennis e in che modo gestisci il tu rapporto di padre e maestro? Quali sono i vantaggi e gli svantaggi di questo rapporto? Mio figlio Daniele ha dieci anni ed è fresco finalista al master under 10 del circuito giovanile nazionale. Ha iniziato a giocare a 5 anni ed ha subito dimostrato notevoli attitudini al tennis. Ha imparato soprattutto per imitazione e facendo la scuola tennis durante la settimana. Ho cercato sempre di non fargli pesare il mio ruolo di padre-maestro, anche se per me é una situazione nuova ed abbastanza complicata per il momento, in quanto si rischia di portare a casa, oltre alle problematiche della vita quotidiana, anche le vicissitudini degli allenamenti. In cosa pensi di essere avvantaggiato rispetto agli altri genitori di figli tennisti? Penso di essere avvantaggiato rispetto agli altri genitori non tennisti, in quanto conosco perfettamente le dinamiche. Quali sono gli atteggiamenti controproducenti dei genitori non tennisti? Non scegli i genitori ma incontri i tuoi maestri compito di un genitore deve, in primo luogo, affidare il proprio figlio ad una struttura adeguata, nella quale si possa avere fiducia. Pensi che il figlio di un maestro o di un coach abbia più possibilità o pressioni psicologiche? Sincerità prima di tutto senza cercare di illudere genitori, promettendo miglioramenti e obiettivi fuori dalla portata dei ragazzi.

Non scegli i genitori ma incontri i tuoi maestri INFORMAZIONI

Pier, Se è solo per il concetto di spennare…siamo TUTTI potenzialmente da spennare …anzi in buona parte già spennati a dovere!!! Santini, per la formazione degli insegnanti. Ultimamente quuando porto mia figlia a far tornei anzichè vederla giocare vado a vedere come insegnano nei campi accanto in quel circolo. Non sarà un giorno come gli altri. Grandi, piccini, amici, famiglie, eravate tantissimi: Nella categoria Junior Davide Guffanti ha stravinto nella categoria kg, purtroppo nei senior ha partecipato in due categorie ma è uscito ai quarti di finale perdendo con i due campioni ungheresi Laszlo Gombos e Zsolt Moradi, comunque ha fatto un bellissimo torneo dimostrando di essere uno dei migliori atleti junior. Adesso manchi solo tu: Dopo il successo dell'apertura della palestra BFit alle 7: Cominciamo col dire che durante le ore di allenamento delle scuole agonistiche, i genitori entrano, e ci mancherebbe. Si partirà con i Master , settore sempre più popolare come testimoniato dalla massiccia affluenza ai recenti campionati europei di Londra, per poi proseguire con il settore propaganda ragazzi e le categorie giovanili del settore agonistico. Saremo a tua completa disposizione per raccontarti, spiegarti e illustrarti tutti i corsi e le attività a cui abbiamo pensato. Pastena,tanto per capirci io come professionista di riferimento ho preso Pistolesi Claudio,tu chi hai preso. Ultime Novità Con le pinne, fucile ed occhiali… la spiaggia ti sembra ancora lontana?

Non scegli i genitori ma incontri i tuoi maestri

Iniziative in occasione della Giornata della Memoria a Manerbio Per non dimenticare. MARTEDI 22 GENNAIO – PROIEZIONE CINEMATOGRAFICA Presso Teatro Politeama | ore Sicuro di voler sfoggiare quel fisico da panettone quest’estate? Rimettersi in moto dopo le feste è sempre un argomento spinoso, ma non preoccupatevi: come sempre in orlandoferrer.com abbiamo quello che fa per voi. Scopriamo insieme ad un romano doc come visitare Roma in soli 3 giorni. Come visitare Roma in 3 giorni se avete solo un week-end, un ponte lungo o siete di Roma ma volete fare da guida ai vostri amici che sono venuti a visitarvi.. questo è l’articolo che fa per voi. Ormai da anni, migliaia di persone sostengono con entusiasmo le ipotesi del Sig. Mauro Biglino, che nei suoi libri, a partire da (lui afferma) accurate traduzioni dall’ebraico, ci assicura che la Bibbia non parlerebbe né di Dio né di questioni religiose, ma sarebbe il resoconto di antiche visite di “extraterrestri”.

Non scegli i genitori ma incontri i tuoi maestri